Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

Il Blu Team resiste un set, poi in campo c'è solo il Volano

Rigenerato dal turno di riposo, che ha permesso alla squadra di ricaricare le batterie e oliare i meccanismi di gioco, il Rothoblaas Volano ha conquistato ieri sera il primo 3-0 della stagione. Un risultato netto, frutto di una prestazione che ha concesso qualcosa alla neopromossa Blue Team di Pavia di Udine solo nella prima frazione, terminata dopo un lungo braccio di ferro. Dal secondo set in poi le biancorosse hanno controllato la situazione senza affanni, centrando così il quinto risultato utile in cinque gare e incamerando otto punti su nove nelle ultime tre partite. Un bottino importante in previsione dei durissimi impegni con Noventa Vicentina e Altafratte, che attendono ora le lagarine.

Nettamente superiore il rendimento dell’attacco del Volano (52%-37%), anche in virtù della pesante assenza in campo di Giulia Pascucci, rimasta in panchina per l’intero incontro, a tenere sempre sotto scacco il cambio palla friulano è stato il servizio, che ha raccolto ben 13 punti diretti, distribuiti fra il resto con grande omogeneità su tutto il sestetto, e costretto la ricezione ospite a una serata molto difficile (40% contro il 64% del Volano). Brillantezza ha mostrato l’intero pacchetto di attaccanti di palla alta volanesi, mentre Castegnaro ha provato ad alternare a Blasi, Ollino e Pagotto, le varie Franceschinis e Sangoi, senza riuscire ad intaccare l’inerzia del match.

La cronaca

Luca Parlatini non riserva sorprese al pubblico dell’arena biancorossa e manda in campo Braida in regia, Petruzziello opposta, Bellini e Orlandini in banda, de Val e Gridelli al centro, Pierobon libero. Stefano Castegnaro, dovendo fare a meno della mano pesante di capitan Pascucci, schiera Blasi e Ollino in posto-4, Manni al palleggio, Pagotto opposta, Bertolla e Marcuzzi centrali, Ponte libero.

L’avvio del Volano è convincente. Un ace di Jessica de Val sull’ex schiacciatrice dell’Ata Serena Blasi vale il 2-0, poi ci pensa Petruzziello a confezionare il 4-1. Sulle prime il Blue Team fatica a reagire (unico segnale l’ace di Ollino) e finisce per trovarsi a gestire un pesante 8-3, creato da due tocchi precisi di Gridelli e da un errore di Blasi in attacco. A quel punto le friulane reagiscono, prima con un muro di Pagotto e un ace di Marcuzzi, entrambi su Bellini, poi con due buoni servizi di Pagotto, uno dei quali frutta l’ace del 9-9. Tutto da rifare.
Il Volano prova una seconda volta a creare uno spazio importante fra sé e le udinesi, portandosi sul 18-15, grazie ad un ace di Gridelli e un attacco di Bellini, ma anche questa volta viene ripreso e superato (19-20), da Bertolla e Blasi. Il gioco dell’elastico (21-19 grazie ad un ace di Brida e 21-23 con due errori trentini) prosegue fino al 23-23, quando il Rothoblaas si procura il primo di sei set ball con un attacco di Alice Bellini, poi il Blu Team comincia ad annullarli in serie, senza mai però procurarsene uno a proprio favore: alcuni servizi sbagliati, due attacchi di Marcuzzi e Blasi e un muro di Pagotto rimandano l’epilogo fino al 29-28, quando Alice Bellini batte da par suo, permettendo a Petruzziello di far fruttare la ricostruzione del 30-28.

Dopo il cambio di campo la squadra di Pavia di Udine perde il filo del gioco. Le sassate di Alice Bellini dalla linea dei nove metri paralizzano le ospiti fino al 5-0, che, oltre a subire un ace, non riescono a fermare gli attacchi orchestrati da Federica Braida su tutti i nove metri della rete. Il già pesante 5-0 diventa un 9-1 con un pallonetto di Orlandini e due ace di de Val, un punteggio già definitivo. Castegnaro inserisce Franceschinis per Blasi, ma avrebbe bisogno di una ricezione molto più solida per poter rientrare in partita. Alice Bellini infierisce in attacco (13-4), e al servizio (ace per il 17-6), il massimo vantaggio arriva sul 20-8, frutto di un errore di Ollino.
A quel punto il Volano abbassa un po’ la tensione agonistica e lascia spazio alle friuliane, che prendono un po’ di coraggio aiutate da una serie di buone battute della seconda palleggiatrice Oco, portandosi fino al 20-12, ed infine a -7 con un ace di Ollino. Poi però il Blu Team sbaglia due servizi e Bellini confeziona il 25-17.

Nel terzo parziale le bianconere si schierano con Giada Sangoi in diagonale alla palleggiatrice e con Elisa Cecco al centro al posto di Bertolla. Sulle prime il Blue Team duella alla pari con il Rothoblaas, che si affida a Petruzziello. Un ace di Pagotto regala l’ultimo vantaggio della serata al Blu Team (6-7) , che poi però viene pesantemente punito con la stessa moneta da Federica Braida, la quale infila tre ace uno dietro l’altro, colpendo sempre il libero Ponte, poi vanno a segno Bellini e Petruzziello per due volte (con un attacco e un muro su Ollino), mettendo in cassaforte i tre punti con largo anticipo (14-7). Il finale di set permette a Petruzziello e Orlandini di rimpinguare il proprio bottino personale, ma gli ultimi due sono di Alice Bellini, che si porta a casa anche il premio di mvp di giornata.

Il tabellino

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Cerca nelle news