Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

Una scatenata Petruzziello trascina il Volano al primo successo

Arriva da San Donà di Piave la prima vittoria stagionale del Volano, che ieri sera è riuscito a chiudere a proprio favore l’ennesima battaglia di questo inizio di stagione. Sul campo del team più giovane del torneo, l'Imoco Volley Piave, composto in larga parte da giocatrici del 2006, le biancorosse hanno dominato nel primo e nel quarto set, ma hanno perso il secondo e nel terzo è servita una grande freddezza, unita ad alcune ingenuità delle veneziane e soprattutto alla prova “monstre” di Carlotta Petruzziello per spuntarla al quarto set point, dopo averne annullati tre alle veneziane.

L’opposta modenese è stata senza dubbio la mattatrice dell’incontro, capace di mettere a terra 24 palloni con il 51% di efficacia, valori che hanno permesso al Rothoblaas di compensare la serata non troppo brillante dei due posti 4 Bellini e Orlandini (9 palloni vincenti su 45 in due). Il duello fra Carlotta e la collega Merit Adigwe è stato quello che, insieme ad un roboante 14-4 a muro, ha deciso il confronto, considerando che negli altri fondamentali i numeri sono simili: 35%-32% in attacco per le trentine, 8 ace a 7 per le veneziane a parità dei errori (18), 54%- 51% in ricezione per le lagarine.

La cronaca

Le gialloblù, reduci dalla sconfitta di Noventa Vicentina, iniziano il confronto con Gaia Zorzetto in cabina di regia, Merit Adigwe opposta, Claudia Talerico e Alice Viola in posto-4, Angela Marchetto e Zoe Moiran al centro, Anna Bardaro libero. Il Rothoblaas risponde con Federica Braida al palleggio, Carlotta Petruzziello opposta, Alice Bellini e Emma Orlandini in banda, Jessica de Val e Caterina Miori al centro, Elena Pierobon libero. Luca Parlatini dà dunque fiducia alla giovane centrale gardesana, partendo con Fulvia Gridelli in panchina.

I primi scambi non sono certo da manuale della pallavolo, dato che si annotano frequenti errori al servizio e in attacco, da una parte e dall’altra. Sul 6-5 per le gialloblù ci pensano le battute di Caterina Miori a indirizzare la frazione sui binari ideali per le biancorosse: serve per 10 volte consecutive, facendo vedere i sorci verdi alla ricezione di casa, che fatica a prenderle le misure. Piovono così 9 break point, frutto di tre errori dell’Imoco, due ace e quattro attacchi volanesi. In mezzo Stefano Gregoris usa anche i due time out di cui dispone e cambia la banda Talerico con Pagot. Dal 6-14 in poi si gioca per arrivare a fine set. Il Volley Piave ha comunque il merito di riuscire a stabilizzare il cambio palla e trovare un ritmo di gioco che gli verrà buono della frazione successiva. Sul 14-22 Braida festeggia un ace, poi Pagot commette un errore ed infine un’invasione decreta il 14-15 finale.

Decisamente meno rilassante, per il Volano, la seconda frazione. Gregoris cambia assetto, lanciando in posto-4 Visentin in diagonale con Viola e al centro Marchesini in diagonale con Moiran. Questa volta l’equilibrio è massimo, perché fino all’11 pari nessuna squadra riesce mai a beneficiare di più di un punto di vantaggio. Le battute sbagliate si susseguono, il gioco non fluisce con regolarità né da una parte né dall’altra, ma poi il set si vivacizza. Un errore di Alice Bellini dona il +2 al Volley Piave, che diventa addirittura un +4 in virtù di un raro primo tempo di Marchesini e di un altro errore di Bellini in attacco. Sul 16-12, dopo un cambio palla di Petruzziello, il Rothoblaas reagisce con grande energia, sfruttando una bella serie di servizi di Braida, forieri di un attacco vincente di Petruzziello, un intelligente muro al centro di Bellini e, poi, di tre errori in attacco consecutivi delle frastornate veneziane. Il 16-18 sembra rassicurante per il Volano, invece il cambio palla trentino collassa, anche perché la ricezione non lo supporta più. Un attacco di Adigwe e un ace su Pierobon valgono il 19-18, un ace su Bellini il 21-19, che poi incassa anche gli ace del 23-20 e del 24-20, mentre il 25-20 è frutto di un attacco della solita Adigwe. Tutto da rifare per le biancorosse.

Che il vento sia cambiato, con il nuovo assetto proposto da Gregoris, lo conferma anche la terza frazione, una battaglia all’ultimo sangue. Fino all’8-8 le squadre rimangono appiccicate, gli attacchi faticano, ma il Volano ha dalla sua un muro che legge bene le scelte di Angela Coba, schierata nello starting seven, e va a segno già 3 volte. Sul 9-8 le ospiti perdono lucidità e l’ago della bilancia comincia a pendere pericolosamente dalla parte dell’Imoco, che si porta sull’11-8 grazie a Soffiato e ad un ace di Marchesini su Orlandini, poi Petruzziello sbaglia e Braida commette un fallo in palleggio: siamo 14-9 e sembra di rivedere la parte finale del secondo set. Luca Parlatini inserisce Chiara Paoli in regia, ma la mano più grossa al Volano la dà Adigwe, che sul 15-10 scaglia out un attacco senza muro davanti. Bisogna approfittarne e il Rothoblaas lo fa grazie ad un altro errore di Adigwe e a un tocco di de Val, che chiude un pallone vagante (16-14). Un altro errore di Adigwe e un attacco di Petruzziello, la più continua delle lagarine, fissano la parità sul 17-17.

Le due squadre se le danno di santa ragione: 20-17 per l’Imoco con un errore di de Val e uno smash di Marchesini, 22-19 con un muro di Adigwe su Orlandini. Il Volano barcolla, ma lo salva Petruzziello, che realizza il break del 22-21 e poi l’ace del 23-23. Inizia una sequenza di set ball appassionante. Quelli a favore delle ospiti annullati da Visentin (24-24) e da Coba (25-25). Quelli a favore del Volley Piave annullati da un errore di Adigwe (26-26), da una battuta out (27-27) e da muro di Petruzziello (28-28). Poi eccone due per il Rothoblaas, il primo vanificato da una battuta sbagliata, il secondo trasformato da Petruzziello: 29-31!

Il Volano sa che per portare a casa la prima vittoria stagionale non può dare nulla per scontato. L’Imoco è viva e per due set ha lottato alla grande, così come fa in avvio della quarta frazione, portandosi avanti per 4-1 con il turno al servizio della centrale Marcheshini. Un ruggito iniziale che può mettere paura, se non fosse che la squadra veneta a quel punto si spegne improvvisamente. Incassa quattro break point quando va in battuta Petruzziello, frutto di tre errori in attacco, poi un altro errore vale il 5-8 per il Rothoblaas. Con Braida al servizio si annotano un muro di Petruzziello su Visentin, un pallonetto della scatenata opposta modenese e un ace su Soffato (7-13). Torna in campo Merit Adigwe e ricomincia a martellare, ma più che portarsi sull’11 14 l’Imoco non può fare. Il Volano amministra la situazione senza difficoltà, anche perché le padrone di casa non interrompono il flusso costante di errori. Sul 15-20 Asia Calza entra al posto di Jessica de Val, giusto in tempo per firmare il muro su Adigwe che chiude il match sul 19-15. Il ghiaccio è rotto.

Il tabellino

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Cerca nelle news