Volano Volley rothoblaas capigroup srl roverplastik logo Trentino
Serie B1

A Castel d'Azzano un super Volano lascia le briciole all'Arena

Non si arresta nemmeno a Castel d’Azzano, alle porte di Verona, il magic moment del Volano, che grazie ad un altro successo pieno porta a sei il numero di vittorie consecutive con un bilancio di 18 set conquistati e tre persi dall’inizio del 2024. La partita giocata ieri sera al PalaRobbi è stata una vera prova di forza del Rothoblaas, che ha imposto la propria superiorità praticamente senza soluzione di continuità, se si eccettua la prima parte della terza frazione in cui l’Arena ha alimentato qualche speranza di riaprire il match grazie agli unici quattro ace di serata, realizzati in un fazzoletto di azioni. Una breve parentesi, inserita in un contesto nel quale il Volano ha dominato in attacco (40% contro 23%, ma soprattutto 39 punti contro 16) e al servizio (11 ace contro 4), pur avendo commesso qualche errore in più del tutto fisiologico sia in attacco sia in battuta.

Nel tabellino finale spiccano i 20 punti di Francesca Magazza in attacco con un eccezionale 61% di efficacia, ma da circoletto rosso è anche il 50% di Emma Galbero con appena 2 errori e 0 muri subiti. A muro Benedetta Campagnolo ha fatto la voce grossa (4 block), mentre al servizio la più produttiva è stata Jessica de Val, le cui micidiali float hanno fruttato ben 9 break point, tre dei quali sono ace.
In attesa che si giochino i due posticipi della domenica, uno dei quali coinvolge l’Anthea Vicenza diretta concorrente del Volano non solo nella corsa ai playoff, ma anche al secondo posto, assodato che il primo non è più contendibile, il Rothoblaas si goda la terza piazza per un giorno, forte comunque del fatto che Ostiano, a differenza delle altre quattro big, deve ancora scontare il turno di riposo. Nei prossimi due turni Bortoli e compagne avranno la possibilità di tenere questo passo, dovendo affrontare Aduna e Peschiera, poi il 6 aprile l’arena biancorossa si infiammerà per il big match con la stessa Vicenza.

La cronaca

Entrambi gli allenatori decidono di rinunciare alle opposte titolari e le rimpiazzano in modo differente: Luca Parlatini manda in campo Chiara Sesenna, che in quel ruolo si trova a proprio agio, Marcello Bertolini sceglie invece di spostare sulla diagonale la schiacciatrice Gioia Riccato, impegnandola comunque in ricezione, e di dare fiducia a Martinato. Non ci sono sorprese nel resto del settetto volanese, che conferma Galbero e Magazza bande e Giudice libero, né nel resto di quello veronese, appoggiato sulla regia di Marta Bissoli, le bande sono quindi Elena Cappelli e Chiara Martinato, le centrali Fabia Brutti e Teresa Peloso, il libero Michela Moschini.

Ci si attende battaglia, invece la partenza del Rothoblaas è disarmante per l’Arena, che viene messa con le spalle al muro già dopo pochi scambi. Un ace di Galbero e un muro di Magazza su Riccato aprono le danze, poi Campagnolo ferma ancora Riccato e poco dopo Bissoli manda lungo un secondo tocco un po’ precipitoso. Due servizi violenti di Magazza aiutano Campagnolo a murare anche Martinato e Galbero a piantare a terra la palla del 3-9. L’Arena non sa come venirne fuori, subisce ancora una imperiosa pipe di Magazza (4-11) e quando ormai è troppo tardi realizza il primo break point della sua serata, frutto di un palleggio troppo lungo di Galbero. Si tratta dell’8-13, che due punti dell’incontenibile Magazza alterano subito dopo (9-15). Il diluvio sulla testa delle gialloblù diventa una grandinata quando va al servizio Sesenna, che fa vedere i sorci verdi alle ricevitrici di casa: ace su Moschini, contrattacco di Magazza, fast di Campagnolo, pipe di Galbero e siamo su un irreale 9-20. Bortoli si diverte a chiamare in causa tutte le bocche da fuoco e tutte rispondono presente. Un lungolinea out di Martinato vale il 13° break point biancorosso in questo set (contro uno dell’Arena), l’ultimo punto è un mani e out di Galbero, che manda tutte al cambio di campo sul 13-25.

L’avvio della seconda frazione lascia intendere che la musica è cambiata. L’Arena, almeno a giudicare dai primi scambi, sembra trasformata e riesce per due volte a conquistarsi un piccolo vantaggio. Nulla di eclatante, ma comunque in controtendenza rispetto al primo set. Sul 7-4 le gialloblù hanno già portato a casa cinque break point, contro uno solo dell’intera prima frazione, aiutate dal Volano, che appare un po’ annebbiato. Sesenna si schianta contro il muro di Peloso, Cappelli mette a terra una pipe, poi i servizi efficaci di Riccato permettono a Martinato di andare a segno, a Brutti si chiudere una ricezione lunga, mentre il punto del +3 è frutto di un errore di Magazza. La Smapiù immagina di essere tornata nel match, invece è solo un momento, perché da questo momento in poi il Rothoblaas ricomincia a dominare la scena.
Innanzitutto va al sorpasso con due ace consecutivi di Magazza nella zona del libero Moschini, poi ci pensa Campagnolo a fare danni al cambio palla veronese dai nove metri: Galbero ci mette uno smash e un attacco vincente, Bortoli un muro su Martinato e in un attimo la situazione si capovolge: 9-13. L’Arena si aggrappa al muro, il fondamentale nel quale fa vedere le cose migliori, per rimanere agganciata al Volano: Martinato ferma la fast di de Val e Riccato blocca Sesenna, così Parlatini cambia l’opposto, mandando in campo Petruzziello. La spallata decisiva la dà però Emma Galbero con un muro ed una pipe (13-16), poi capitan de Val castiga Cappelli, realizzando un ace e nel finale il Rothoblaas dilaga appoggiandosi ai servizi di Petruzziello, che apre la serie con un ace corto sul libero, poi Campagnolo scarica a terra l’ennesima ricezione lunga, infine un’Arena senza più controllo subisce un punto da una difesa di Giudice, che ogni giocatrice veronese lascia ad un’altra, e un palleggio piedi a terra di Galbero (15-23), una sorta di resa incondizionata, che porta al 16-25 finale confezionato da Bortoli.

L’Arena è troppo brutta per essere vera e Bertolini prova a correre ai ripari nel terzo parziale, schierando l’opposta Covino per mandare in panchina la schiacciatrice Cappelli. I primi scambi premiano però ancora il Rothoblaas, che sfrutta un errore di Martinato (lungolinea out) e un bellissimo attacco di Magazza (lungolinea in) per portarsi sull’1-4. Il problema è che subito dopo Sesenna e Bortoli commettono un errore a testa e Covino realizza un ace su Galbero, rovesciando le parti (5-4). È il miglior momento delle veronesi, strettamente legato non tanto alla qualità di gioco, ma a quella del servizio, dato che il Volano impatta subito dopo senza troppe difficoltà grazie ad un errore di Brutti (fast fuori misura), ma l’Arena realizza in rapida successione gli altri tre ace di giornata, quello di Martinato su Giudice e i due consecutivi di Brutti su Giudice e Galbero, che manda la palla sul soffitto dell’angusto PalaRobbi e porta il punteggio sul 10-8. Un time out lagarino riporta sangue freddo nelle file biancorosse e basta aspettare pochissimo per annotare l’importantissimo ace di Bortoli in zona di conflitto fra il libero Erigozzi (subentrata a Moschini) e Riccato. Poi arriva anche il momento di ribadire la superiorità di serata del Volano, che si appoggia alle battute di Galbero e de Val per schizzare sul 14-18 e mettere un’ipoteca sui tre punti. I primi due break sono frutto di un errore di Martinato e di un miracoloso tocco di Magazza con la mano sinistra, gli altri tre di un altro errore di Martinato, di un murone di Campagnolo sulla stessa numero 17 veronese (a quel punto rimpiazzata da Cappelli) e di un ace su Riccato. La Smapiù non ha la forza per annullare lo svantaggio e il Volano controlla la situazione senza permettere mai alle padrone di casa di avvicinarsi. Gli errori di Petruzziello (entrata per Sesenna) e di Galbero non spostano gli equilibri e sul 19-22 ci pensa Benedetta Campagnolo a preparare i titoli di coda, prima con una fast, poi due ottimi servizi, che fruttano un ace su Cappelli e un muro di Bortoli su Riccato (20-24). L’ultimo punto è una fucilata di Emma Galbero che il block di casa non può controllare in alcun modo.

Il tabellino completo

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Cerca nelle news